Poesie amici 



Sono solo un uomo..semplicemente un uomo
Saranno i vecchi pensieri,
o forse sarà il ricordare quel che ero ieri,
mi guardo intorno e non vedo nessuno,
mi manca qualcosa dentro
o forse mi manca un cuore per respirare,
ma l’aurora mi sveglia raccontandomi che un cuore ce l’ho,
forse ho solo dimenticato di credere di esistere,
forse mi sono stancato di chiedermi sempre
se vale la pena di credere in questo o in quello,
o se basta solo respirare un po’ di più,
ed aspettare in silenzio che qualcuno arrivi qui da me,
che mi prenda per mano e mi dia un po’ del suo respiro,
o anche solo un semplice sorriso nascosto.
Sarà questo sentirmi stanco,
anche dopo un lungo sonno,
dimenticandomi di quello che il mio cuore ha bisogno,
annaspando tra ricordi,emozioni e fantasie,
senza più riuscire a farne differenza,
restare su questo ciglio di mondo,
conteso tra solitudine e inquietudine,
servo e schiavo di questa vita,
pur sapendo di esserne padrone assoluto,
ma negli occhi non ho risposte,
nel cuore ho troppo vuoto,
di certezze sicure poche ancora non sono svanite,
mi resta solo una carta su cui posso contare
e non è un jolly, nè un asso da giocare,
ma solo un arcano,
che indica la sola certezza che ho,
ma anche la sola ansia che mi trascina dove non so,
sono solo un uomo,
solo e semplicemente un uomo,
niente di meno e niente di più.
Francoluis
---------------



Un passo dopo l’altro,
seguendo i granelli di sabbia
che lentamente scivolano dalla mano,
lasciando una scia lungo il mio cammino,
mentre una musica silenziosa
mi accompagna il cuore quasi per compagnia,
lasciando alla fantasia
il compito di farne melodia.
Un passo dopo l’altro,
mentre il sole va a dormire
le stelle riprendono la loro via,
e nella tranquillità di questo mio camminare,
gli racconto la mia storia,
le tante sconfitte e le poche vittorie,
facendone memoria per chi verrà dopo di me.
Un passo dietro l’altro,
come un gioco infinito
guardo un granello rimasto sul dito,
il silenzio alle mie spalle cresce
mi volto e mi accorgo
che il mondo si sta addormentando
un sonno fatto di pensieri e speranze
un sonno fatto per dimenticare e ricominciare.
Un passo dopo l’altro e un altro ancora,
inseguendo la prossima aurora...."Francoluis
----------

Di noi,
cosa racconterai,
del mare che diventava tranquillo
nell’ascoltare i nostri silenzi,
del vento che dimenticava di sussurrare
per ascoltare il suono delle nostre emozioni,
che come paglia al sole si accendevano
in momenti difficili da raccontare
dei tuoi occhi che leggevano nei miei
la voglia che c’era di scoprire
il mondo nascosto e inviolabile di ognuno di noi.
Di noi,
cosa ricorderai,
una carezza trasformata in un abbraccio,
un sapore che diventava dolore nel momento di andare via,
un bacio tra la gente per raccontarsi di esserci
tra lo stupore e l’indignazione
di chi un amore non sa,
essere o non essere non aveva importanza
sentirti sulla mia pelle
era la sola consapevolezza da conoscere.
Di noi,
cosa dimenticherò,
niente decisamente niente,
ricordare il fuoco può scottare l’anima
e un anima che brucia si consuma senza capire,
tutto probabilmente tutto,
respiri e sospiri,
il calore e lo stupore dopo ogni notte d’amore,
i tuoi brividi e le tue domande,
le mie non risposte e i miei silenzi,
Di noi
raccontare sarebbe un errore,
dimenticare farebbe troppo male,
ricordare e l’unica scelta,non mia,che rimane
i ricordi seguono il canto della pioggia,
quando meno te lo aspetti
te li ritrovi sul viso o sparsi sul cuore
senza poterli fermare
perché sanno di noi...Francoluis